In alcuni paesi il Covid non è più un problema: il racconto in foto

0

Scopriamo che a qualsiasi angolo del globo ci sono paesi nella nostra stessa situazione, ma altri molto vicini a noi dove l’emergenza pandemica pare essere solo un ricordo. L’Asia poi, un mondo a se

Whatsapp alla mano, ho contattato i vari amici sparsi nel mondo ed ho scoperto che mentre noi da qualche giorno siamo entrati in zona rossa, in Argentina il lockdown di marzo è durato oltre 6 mesi. In Cile la situazione è diversa tra nord e sud del paese. Dalle parti di Santiago ( nord ) dove adesso il clima è più mite si sta vivendo una fase di lockdown parziale con ristoranti aperti, limite di persone e coprifuoco a mezzanotte. Mentre al sud sono tornati in una fase di lockdown totale. A San Diego in California seppur con qualche limitazione ( ma comunque con tanti problemi ) la vita scorre abbastanza regolare. Barcellona è deserta, Amburgo pure, ad Oslo i bar sono aperti ma non possono vendere alcool ed allora i norvegesi fanno la fila al Vinmopol per rispettare la tradizione alcolica del fine settimana (in casa). In Giappone la vita è come prima. In Australia dopo un lockdown totale di circa 50 giorni ( iniziato il 25 marzo ) adesso sono riusciti ad arginare il problema e la vita sta tornando alla normalità pre-covid seppur il distanziamento tra i tavoli ed alcune limitazioni sono sempre vigenti. In Cina come probabilmente avrete già letto da altre parti il coronavirus è solo un ricordo. A Zurigo ed in tutta la Svizzera la mascherina va indossata solo all’interno dei mezzi di trasporto o dei ristoranti ma gli elvetici hanno una particolare predisposizione nel rispetto delle regole. Istanbul è tornata in un parziale lockdown da stasera. Bar, ristoranti e negozi chiusi e nel fine settimana coprifuoco dalle 22:00.

Amburgo

Foto di Richard Steinbicker

Durante il primo lockdown la Germania è stato tra i paesi europei a gestire meglio la crisi. Una grande capacità di posti letto nelle sale rianimazione ed il senso civico dei tedeschi avevano contenuto al meglio la prima ondata della pandemia. Adesso però le cose sembrano esser peggiorate quindi la rispettatissima Angela Merkel ha imposto un semi lockdown nazionale dove bar e ristoranti sono chiusi, le scuole aperte a fasi alterne ed i famosi mercatini di natale rimandati al prossimo anno.

Il viaggio fotografico ci porta per le strade deserte di St Pauli e Sternschanze i quartieri della movida della metropoli più a nord del paese, Amburgo.

amburgo covid
amburgo covid
amburgo covid
amburgo covid
amburgo covid

Barcellona

Foto di Andrea Ferra

La Spagna vive una situazione peggiore della nostra. E’ il terzo paese in Europa per numeri di casi. Gli amici dalla capitale catalana ci raccontano di una città vuota, priva di quella sua anima unica che ci ha fatto innamorare tutti quanti di questa meravigliosa città. Vedere il Barrio Gotico ed i suoi vicoli così vuoti è un dolore al petto per chi in quelle vie ha passato alcuni degli anni più belli della sua vita.

plaza del tripi barcellona
Plaza del Tripi – Barrio Gotico
barrio gotico barcellona
Barrio Gotico

Buenos Aires

Foto di Ana Biondi

A Buenos Aires e in tutta l’Argentina la vita è da poco tornata ad una quasi normalità, ma in pochi sanno che la nazione ha passato più di 6 mesi in lockdown. Da marzo fino alla fine di settembre. Decisioni drastiche del governo che hanno suscitato molte proteste in una Nazione la cui economia da troppi anni ormai fatica a riprendersi. E adesso sarà ancora più dura.

buenos aires 2020
covid buenos aires
covid buenos aires
Scarpe anticovid
aeroporto buenos aires
Aeroporto Ezeiza – Buenos Aires
covid buenos aires

Città del Messico

Foto di Jesus Vale & Sergio Briseño

Nel Districto Federal la situazione è al limite del lockdown, color arancione, perché i casi di covid 19 stanno nuovamente tornando a salire e gli ospedali registrano già un 40% di posti letto occupati. Pertanto nella capitale messicana si vive come in Toscana fino alla passata settimana, con una forma di libertà piuttosto limitata.

città del messico
autocine
Auto-cinema

Goteborg

Foto di Luigi Guardascione

covid svezia
coronavirus svezia

Istanbul

Foto di Niccolò Chiaroni

La città che lasciava qualche dubbio. Data la numerosa popolazione, ed il virus in continua progressione, fino ad oggi le restrizioni erano state veramente poche. Ma da stasera bar, negozi, ristoranti restano chiusi come in gran parte d’Europa.

quartiere moda instanbul

Londra

Foto di Letizia Bini

Boris Johnson all’inizio della pandemia era tra quelli che credeva nell’immunità di gregge e che non voleva “piegarsi” alle politiche protettive degli altri paesi europei. Ad oggi nel Regno Unito i contagiati da covid-19 sono quasi 1 milione e mezzo e da circa due settimane è stato ristabilito il lockwodn per cercare di arginare l’espandersi del virus. Avrete sicuramente anche voi l’amico che vive a Londra e che vi avrà raccontato del disagio totale di una città vuota, le preoccupazioni che niente potrà tornare come prima.

londra foto lockdown
Notting Hill
londra foto lockdown
Selfridges
mornington crescent
Underground di Mornington Crescent
oxford street
Oxford Street
londra foto lockdown
Oxford Circus
Londra covid
Koko a Camden

Oslo

Foto di Leire AE

Contrariamente a quanto si legge per i cugini svedesi ad Oslo la situazione è molto simile a quella del resto d’Europa, la città è tornata in una fase di restrizioni molto forti e ci focalizziamo nel raccontarvi come durante il weekend la fila al Vinmopol ( il negozio dove poter comprare alcool ) può essere lunga fino a centinaia di metri.

oslo covid
oslo covid
oslo covid

Santiago de Chile – foto dal reparto di cardiologia della clinica Santa Maria

Foto di Pablo Pothoff

santiago de chile - ospedale
santiago de chile - ospedale
santiago de chile - ospedale

San Diego

san diego
Pacific Beach covid
san diego coronavirus

Sidney

sidney coronavirus
sidney coronavirus
sidney coronavirus
sidney

Tokyo

foto di Kiyoshi Onishi

tokio coronavirus
tokio coronavirus
tokio coronavirus

Zurigo

Foto di Filippo Santoni

zurigo coronvirus
zurigo coronvirus
zurigo coronvirus

Cina – Shangai / Chongqing / Suhzou

Foto di Alessio Chao & amici

coronavirus china
coronavirus china
coronavirus china
coronavirus china
Suhzou
coronavirus china
Suhzou

Share.

About Author

Marco Provinciali

Ideatore nel 2011, insieme ad Ilaria Marchi, di FUL Magazine. Oggi ne coordino la redazione online e ne gestisco i contatti oltreché occuparmi delle tematiche inerenti al panorama food, mondo nel quale mi muovo da anni con alcune pubblicazioni e ideazione di festival tematici. Da oltre 30 anni calpesto con passione improbabili campi di calcio della periferia toscana.