Parte il Cinema alla Manifattura Tabacchi

0

Dall’1 agosto parte il Cinema in Manifattura sotto la cornice del Manifattura Tabacchi. Oltre 41 giorni di programmazione, eventi speciali e anteprime assolute fino al 10 settembre.

La programmazione prevede 9 percorsi tematici che spaziano dalle anteprime del cinema italiano e il cinema internazionale alle tematiche sociali come l’ambiente e le contestazioni del fenomeno #Blacklivesmatter. Non mancheranno eventi speciali con anteprime e film a sorpresa, tra cui un documentario su Kurt Cobain e la serata dedicata al deejay fiorentino scomparso Andrea Mì.

Il programma del Cinema in Manifattura

A partire dall’1 agosto il programma del Cinema alla Manifattura Tabacchi prevede i seguenti percorsi: Se mi guardi esisto – Il cinema mai visto, ovvero anteprime in Italia di film internazionali; Manifattura italiana – giovani, belli e arrabbiati: cinema italiano con anteprime come “Il grande passo” e qualche riscoperta, come il primo film dei fratelli D’Innocenzo “La terra dell’abbastanza”; Brividi in Manifattura: film di genere horror-thriller; Orientarsi con le stelle, con film recenti e film più vecchi.

Seguiranno poi: America oggi: uno sguardo sull’attualità americana, dal razzismo alle rivolte fino agli scandali sessuali; Cinema e Ambiente: film legati all’ecologia; Accademia della Crusca presenta: il cinema parla toscano: quattro film di registi toscani con approfondimenti sulla lingua toscana da parte degli esperti dell’Accademia della Crusca; Buio in sala – Cinema & Psicoanalisi: film legati ai temi della psicoanalisi con una psicoanalista che affronterà le tematiche del film.

Orari e biglietti

L’arena dove avverranno le proiezioni, i talk e i vari appuntamenti, sarà quella della Piazza dell’Orologio alla Manifattura Tabacchi. Per partecipare sarà necessario acquistare i biglietti sia all’ingresso che sul portale online del cinema. Le proiezioni avverranno tutte dopo le 21.15.

Per consultare l’intero programma potete cliccare qui

Share.

About Author

Miriam Belpanno

Carrie Bradshaw è il mio alter ego ma anche Bridget Jones. Composta di carne, ossa e 70% di caffeina. Sono appassionata di libri, arte, cinema, viaggi e sessualità. Intraprendo sempre strade diverse, cercando di occuparmi di qualsiasi cosa che mi è sottomano e che merita di essere raccontata, scritta, letta.