Samp-Fiorentina, dal campo alla… tavola: pasta al pesto a casa dell’ex Ranieri

0

Trasferta storicamente ostica per la Fiorentina, che domenica alle ore 15 sfiderà la Sampdoria dell’ex Claudio Ranieri per il 24° turno di Serie A. Un autentico scontro salvezza, una partita da non sbagliare, visto che la truppa di Beppe Iachini viene da tre sconfitte consecutive e ha bisogno assoluto di punti per scacciare quanto prima l’incubo retrocessione. A Chiesa e compagni servirà così, ora più che mai, il caloroso sostegno dei tanti tifosi viola che nelle prossime ore si metteranno in viaggio per raggiungere Genova e sostenere i loro beniamini.

trasferta fiorentina genova

Come prepararsi al meglio per due ore di calcio, quindi, se non con un rifocillante piatto di pasta al pesto? Essenza fresca e genuina dei sapori della terra ligure, questa celebre salsa nel corso dei secoli è diventata d’altronde uno dei condimenti più famosi dell’intera cucina italiana e internazionale (seconda salsa più usata al mondo dopo quella al pomodoro). Il pesto che proverete a Genova, però, non ha davvero niente a che vedere con quelli che si trovano in un semplice supermercato o in altre regioni della penisola. Tutt’altro. Il “vero” pesto alla genovese, all’insegna della tradizione, viene realizzato infatti con ingredienti locali e di primissima qualità come olio extravergine d’oliva, basilico genovese Dop prodotto a Genova Pra’, Grana Padano Dop, Parmigiano Reggiano Dop, pinoli italiani, Pecorino romano Dop, sale e aglio italiano. Un inno all’italianità, insomma. Alla nostra gastronomia, alla nostra cultura e anche – inevitabilmente – alla pastasciutta, che del pesto non è certo uno sparring partner qualsiasi: dalle trofie alle bavette, passando per le linguine, le trenette, i corzetti, le tagliatelle, i tagliolini e le lasagne, fino agli gnocchi… Di pasta al pesto ce n’è davvero per tutti i gusti!

da mangiare in trasferta

Ricetta di antiche origini ottocentesche, oggi il pesto alla genovese è inserito non a caso tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali liguri (PAT) riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e dal 2007, proprio a Genova, si tiene con cadenza biennale il campionato del mondo di pesto al mortaio. Come accompagnare, infine, un buon piatto di pasta al pesto? Magari con un bicchiere di Pigato della Riviera Ligure di Ponente, suo compagno per eccellenza. Oppure, guardando invece al di fuori della Liguria, con un bicchiere di Sauvignon friulano, un Müller-Thurgau trentino o un Riesling dell’Oltrepò lombardo. Prima un assaggio di Liguria, poi – ci auguriamo – una vittoria fondamentale.

Per la via verso Genova fermatevi a Recco. Alla pizzeria il Ponte troverete tante specialità tipiche della regione, soprattutto potrete assaggiare la buonissima focaccia di Recco, quella con il formaggio tirato a vista. Arrivati a Genova invece sono consigliatissimi la “Trattoria Ugo” e “Trattoria Il Galeone”. Dopo una buona mangiata non dimenticatevi il vero motivo della vostra trasferta e dirigetevi verso il Luigi Ferraris dove la nostra amata viola avrà bisogno di voi e del vostro tifo per dimostrare a tutti che la Fiorentina è viva, che ha ancora qualcosa da dire quest’anno e, soprattutto, che sta mettendo le basi per un futuro di gran lunga migliore. Ci auguriamo che il pranzo stavolta sia meno indigesto di quello di Torino…

Articolo a cura di Giacomo Iacobellis

Share.