Un milione e mezzo di alberi grazie a Treedom

0

Treedom, la piattaforma nata a Firenze nel 2010 che permette di piantare e regalare alberi a distanza e seguire online la loro storia, taglia il traguardo di un milione e mezzo di alberi piantati nel mondo in dieci anni di attività.

Dalla sua fondazione a Firenze nel 2010, sono stati piantati 1.500.000 di alberi in Africa, America Latina, Asia e Italia, capaci di assorbire oltre 400 milioni di Kg di CO2. Per questo, dopo il successo riscosso in Italia, oggi Treedom sta conquistando anche il pubblico europeo. “Quando ho fondato Treedom mi davano di pazzo, oggi sogno di arrivare a piantare 2 milioni di alberi entro il 2021. Voglio rendere davvero il pianeta più verde e intanto, questo Natale, fargli il regalo più grande insieme a tante, tante persone” afferma Federico Garcea, 39 anni, fondatore di Treedom, per commentare il lancio della campagna natalizia “The Greatest Gift” con cui si può mettere un albero sotto l’albero…di Natale.

Haiti - Una delle comunità coinvolte nei progetti di Treedom

“Abbiamo già piantato 1 milione 500 mila alberi, ma è solo l’inizio e quest’anno vogliamo fare al pianeta il regalo più grande, coinvolgendo persone di tutto il mondo per piantare nuovi alberi e farne i propri regali di Natale. La nostra convinzione – ha spiegato Garcea – è che il valore di un regalo non risieda nella sua dimensione, costo o esclusività, ma nel valore che rappresenta per le persone e per l’intero pianeta. Con Treedom è possibile piantare un albero e regalarlo a chiunque con una mail o un semplice messaggio. E noi crediamo che questo sia il più grande dei regali per chi lo riceve e per tutto il pianeta”. 

federico garcea fondatore di treedom

Collegandosi al sito treedom.net è possibile scegliere fra diverse specie di alberi, ciascuna con il proprio significato, i benefici che è in grado di apportare ed il paese in cui verrà piantato nell’ambito di uno dei progetti agroforestali che Treedom realizza in tutto il mondo. A piantare e prendersi cura degli alberi sono comunità di contadini locali che li pianteranno insieme alle proprie colture annuali, come mais o fagioli contadini e ricevono know-how e supporto tecnico da Treedom per la piantumazione e gestione degli alberi. Ciò permette di realizzare piccoli sistemi agroforestali e di operare scelte puntuali in relazione alle specifiche caratteristiche e necessità di ogni area di progetto; le specie arboree piantate infatti sono native o in rispetto della biodiversità dei diversi territori. Inoltre, vengono piantati alberi in grado di ombreggiare, proteggere le colture dal vento, trattenere ed arricchire il terreno con le proprie radici.

Ogni albero di Treedom ha una pagina online, viene geolocalizzato e fotografato, in modo da poter conoscere la sua esatta posizione, vedere la sua foto quando viene piantato a terra, la quantità di anidride carbonica che assorbirà e seguire nel tempo la storia del progetto a cui darà vita.

treedom

Share.

About Author

Lucrezia Caliani

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo