Una nuova app per il basket fiorentino

0

A Firenze parte una stagione di rinascita per il Basket. Grazie ad un piano di investimenti dedicato – il cosiddetto #Pianodoncic, in omaggio al grande n. 77 dei Dallas Mavs – Firenze ha visto la nascita, in alcuni casi la rinascita, di 15 playground in tutta la città.

Ora l’idea di realizzare una app per l’utilizzo di questi spazi, presenti in tutti i quartieri, in cui sentirsi liberi: il campino di street basketball è un mondo fuori dal tempo per gli appassionati di questo sport. Ragazzi provenienti da tutte le estrazioni sociali costruiscono rapporti nel nome dell’amore irrazionale per questo gioco.

“È nel nome di questo amore” – ci dice Vannucci, Assessore allo Sport del Comune di Firenze – “che abbiamo pensato di creare HighergroundConnecta, una app per far incontrare i giocatori di basket e migliorare l’esperienza di gioco dei campini, organizzando attività, coaching gratuiti e permettendo ai ragazzi di avere uno spazio virtuale per fissare per una partita, per organizzare tornei, per fare degli allenamenti mirati insieme ai migliori cestisti in città. Trovo che questo sia uno dei modi migliori per sfruttare la potenza di Internet e creare un’autentica aggregazione tra sportivi.”
L’iniziativa nasce in collaborazione con i ragazzi di Switch Project e sta per essere lanciata per i dispositivi mobile.

basket firenze

In questi anni è stato segnato un record di investimenti sul basket fiorentino: è stata ricostruita la palestra di Basket alla Dino Compagni, la Palestra alle Piagge. Fondi importanti sono stati già stanziati per la realizzazione della palestra del Peano, un’altra mega palestra in Via Gemignani e per la ristrutturazione di quella di San Marcellino. Nel mondo del basket scorre una nuova linfa, anche grazie al lavoro di un Assessore ex-cestista come Andrea Vannucci.

“Molti mi hanno chiesto perché facessi Basket da piccino, la mia risposta è sempre stata che il basket è l’unico sport in cui fai i punti guardando il cielo, come potevo non amarlo!”.
Poi prosegue: “Il mio sogno è quello di far crescere questo sport come movimento in città, di portare grandi eventi con campioni internazionali e soprattutto riportare Firenze in Serie A dopo oltre 40 anni, riassaporando il gusto del grande basket che abbiamo visto con le Final Eight 2018-19.”

Share.