Il valore della donna protagonista a Firenze

0

Il 22/23/24 ottobre 2021 l’universo femminile è centrale all’interno del Festival L’eredità delle Donne, giunto alla sua quarta edizione: evento diffuso ideato nel nome di una illustre fiorentina, l’Elettrice Palatina, diretto da Serena Dandini.

Sarà dedicata alle “Next Generation Women”, la nuova generazione di donne europee e del mondo in dialogo con le voci storiche del femminismo, la quarta edizione de L’Eredità delle Donne, il festival sull’empowerment e sulle competenze femminili, con la direzione artistica di Serena Dandini, che si terrà a Firenze in Manifattura Tabacchi dal 22 al 24 ottobre (via delle Cascine 35) e on line su www.ereditadelledonne.eu.

La manifestazione è un progetto di Elastica insieme a Fondazione CR Firenze con la partnership di Gucci e si avvale della co-promozione del Comune di Firenze e del contributo di Poste Italiane. A partire da quest’anno la manifestazione si arricchisce della collaborazione con Alfemminile, il portale del Gruppo Gedi, oggi punto di riferimento per il pubblico femminile di tutte le età.

Il festival è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Decine di eventi, realizzati con la collaborazione scientifica di Brunella Torresin, e la redazione di Gaia Colusso e Giulia Stagi, trasformano la città in un laboratorio.

Tra i nomi più attesi, la femminista americana Gloria Steinem in dialogo con Laura Boldrini; la ricercatrice Hatice Cengiz intervistata da Andrea Purgatori; l’economista Noreena Hertz; il premio Oscar Geena Davis in conversazione con Serena Dandini; il filosofo e scrittore Paul B. Preciado al Gucci Garden in dialogo con Chiara Valerio. Tra le giovanissime, Veronica Yoko Plebani, Virginia Stagni, Jennifer Guerra.

I temi affrontati saranno quelli contemporanei: dalla violenza di genere al rispetto dell’ambiente; dal gender pay gap all’emergenza afgana; dalla conquista della leadership all’affermazione femminile nelle discipline Stem, fino all’inclusione e alla parità.

Oltre al calendario “main” degli eventi, vi è un nutrito calendario “off”, con più di 180 eventi e 170 realtà cittadine.

La mostra GILANIA allo Studio fotografico Bussanich

Tra questi, segnaliamo la mostra GILANIA allo Studio fotografico Bussanich a Firenze, via dei Serragli 52r.

La parola GILANIA contiene la radice greca femminile “gyn” e quella maschile “an”, la “l” nel mezzo sottolinea il legame tra le due parti. In Europa, per migliaia di anni e fino al 2500a.c., era prevalente un tipo di società chiamata “gilanica”. Una società né gerarchica né autoritaria nella quale uomini e donne si dividevano i ruoli di potere. Era una civiltà pacifica, stabile e creativa dove il culto era quello della dea madre/terra, generatrice di vita.

In questo momento storico non è forse urgente ritrovare uno spirito “gilanico” per poter immaginare davvero una società futura alla ricerca di equilibrio con la natura e con gli “altri”, umani e non?

Antonella Bussanich è interessata ad esplorare dei momenti privati e sottili basati sulle relazioni silenziose e quiete di forte contenuto emozionale. Video, fotografia, installazioni e performance sono i suoi mezzi di espressione. www.antonellabussanich.it

Francesca Procopio nella sua ricerca fotografica si distingue da un segno fortemente introspettivo che indaga sul genere umano, soffermandosi spesso sul rapporto corpo/spazio attraverso autoritratti e performance www.francescaprocopio.com

Federica Rugnone si occupa di fotografia e grafica d’arte, affrontando tematiche come la percezione, il corpo e lo spazio. Attualmente collabora con Fondazione Il Bisonte, centro internazionale di arte grafica, dove tiene laboratori di tecniche sperimentali tra incisione e fotografia. www.federicarugnone.com

Share.

About Author

Martina Scapigliati, "nomen omen"... Appassionata di arte e musica, lettrice, scrittrice e avvocato fiorentina.