5 mostre e musei che hanno riaperto in Toscana

0

Hanno riaperto in Toscana importantissimi musei, giardini e mostre da poter visitare dopo la chiusura imposta dal lockdown. Molti di questi sono a visita gratuita. In questo articolo tutte le informazioni per i musei gratuiti e le prenotazioni.

Riaprono i Giardini di Villa medicea

Dal weekend del 12 giugno hanno riaperto Giardino della Villa medicea di Castello, Giardino della Villa medicea di Petraia, Giardino e Villa medicea di Cerreto Guidi. Le tre delle prestigiose Ville medicee patrimonio Unesco del sito seriale Ville e giardini medicei in Toscana, a partire da venerdì 12 giugno. La riapertura rispetterà tutte le norme di sicurezza previste dal Ministero per i visitatori. Le ville saranno ad ingresso gratuito su prenotazione. Ci sarà anche un calendario di visite e precorsi narrativi dal titolo “I giardini della bizzarria” realizzato col sostegno di Unicoop Firenze e in collaborazione con Stazione Utopia.

Per le prenotazioni potete cliccare qui  sul link eventibrite. 

mostre e musei da visitare in toscana
Villa medicea di Castello

A Fiesole riaprono i musei

A Fiesole riaprono al pubblico il Museo Civico Archeologico e il Museo Bandini con un ciclo di visite guidate dal titolo Musei aperti: l’arte e la storia dal vivo. Le visite saranno possibili solo nei weekend di giugno e luglio su prenotazione e non potranno superare il numero di 10 persone. Si può scegliere l’argomento attraverso il calendario completo sul sito
www.museidifiesole.it. Per informazioni e prenotazioni potete contattare la Biglietteria dei Musei di Fiesole al numero Tel. 055 5961293 o all’indirizzo email infomusei@comune.fiesole.fi.it. Per gli abitanti di Fiesole le visite sono gratuite.

Il Duomo di San Gimignano

Sempre dal 12 giugno, ha riaperto al pubblico Il Duomo di San Gimignano. Durante la visita sarà possibile ammirare gli affreschi che coprono interamente le pareti della chiesa dipinte da illustratori e pittori della scuola senese del XIV secolo. Inoltre è possibile ammirare un gioiello del Rinascimento: la Cappella di Santa Fina. Qui hanno lavorato l’architetto Giuliano da Maiano, lo scultore Benedetto da Maiano e il pittore Domenico Ghirlandaio. L’accesso è sempre su prenotazione. Per prenotarvi potete mandare un’email prenotazioni@duomosangimignano.it

mostre e musei in toscana
Interno del Duomo di San Gimignano

Musei Pienza della Città di Luce

Da sabato 13 giugno hanno riaperto al pubblico i Musei Pienza Città di Luce. La città ideale del Rinascimento che prese il nome per essere al centro e luminoso paesaggio della Val d’Orcia. Con un unico biglietto sarà possibile visitare i preziosi monumenti che incorniciano la piazza principale della città, Palazzo Piccolomini e il Giardino, Palazzo Borgia con il Museo Diocesano, la Cripta. Il PASS ha validità di due giorni e consente la visita con audioguida gratuita. Viste le norme del distanziamento sociale, i musei prevedono l’introduzione dell’app gratuita The Right Distance, un’applicazione per smartphone che consentirà di mantenere la giusta distanza dagli altri visitatori.

Se siete nelle vicinanze della Val D’Orcia potete cogliere l’occasione per un bel trekking. Qui un nostro articolo con alcuni consigli.

Riaprono i musei a Siena

Nello stesso giorno hanno riaperto i musei comunali senesi. Riapriranno il Santa Maria della Scala, la Galleria Cesare Olmastroni, i Magazzini del Sale e il Museo Civico. Nella Galleria Olmastroni l’intenzione sarebbe quella di ospitare le mostre Anima Sola di Giampaolo Talani fino a settembre e Forma/ae di Stefano Vigni fino alla prima metà di luglio. Per tutte le info e prenotazioni potete consultare il sito web

Share.

About Author

Miriam Belpanno

Carrie Bradshaw è il mio alter ego ma anche Bridget Jones. Composta di carne, ossa e 70% di caffeina. Sono appassionata di libri, arte, cinema, viaggi e sessualità. Intraprendo sempre strade diverse, cercando di occuparmi di qualsiasi cosa che mi è sottomano e che merita di essere raccontata, scritta, letta.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00