Fanatic Feelings – Fashion plays football

0

In occasione di Pitti Immagine Uomo #94, una mostra multimediale che metterà in luce l’attrazione che il mondo del calcio esercita sulla moda e sulla costruzione dell’immaginario maschile.

 

Tra gli eventi collaterali legati a Pitti Immagine Uomo n. 94 (Fortezza da Basso, 12-15 giugno 2018), vogliamo segnalare l’inaugurazione di una mostra multimediale curata da Markus Ebner, fondatore dei fashion magazine tedeschi “Achtung Mode” e “Sepp Football Fashion” e dal critico d’arte contemporanea Francesco Bonami che metterà in luce l’attrazione che il mondo del calcio esercita sulla moda e sulla costruzione dell’immaginario maschile.

Fanatic Feelings sarà il tema del momento, in contemporanea con i Mondiali di Calcio 2018 che si svolgeranno in Russia.

Fanatic Feelings è un progetto di Fondazione Pitti Immagine Discovery, promosso dal Centro di Firenze per la Moda Italiana e realizzato grazie al contributo straordinario di Ministero dello Sviluppo Economico con il patrocinio del Comune di Firenze e Gallerie degli Uffizi, che permette una riflessione sul rapporto tra i designer, che creano le divise delle squadre o intere collezioni ispirate all’abbigliamento calcistico, e i giocatori che siedono nei front row delle sfilate o diventano modelli.

Saranno esposti ì disegni originali di Karl Lagerfeld e di Hiroshi Tanabe – uno dei più importanti fashion illustrator contemporanei – che ritraggono celebri calciatori, e si offrirà una ricca rappresentazione degli archivi di “Sepp Football Fashion”, dal 2002 al 2018, con immagini selezionate da Francesco Bonami con protagonisti Kaka, Edison Cavani, Jérôme Boateng o Mesut Özil. Sarà inoltre proiettato “A 21st century portrait”, il film-documentario su Zinédine Zidane, realizzato da Douglas Gordon e Philippe Parreno.

IL CALCIATORE GIGI MERONI A TORINO NEL 1965

La mostra commissionerà esclusivi progetti fotografici e di design, e ripercorrerà la vita di icone del calcio europeo come George Best, Eric Cantona o il campione del Torino Gigi Meroni, veri appassionati di moda, tra i precursori dello stretto rapporto tra calcio e costume. Ancora, nel percorso espositivo, una speciale sezione Street Style vedrà protagonisti personaggi come David Beckham, Neymar e Franck Ribéry con il loro “daywear”. 

“Fanatic Feelings è il terzo episodio del programma triennale di collaborazione tra Fondazione Pitti Immagine Discovery e Museo della Moda e del Costume di Palazzo Pitti – dice Andrea Cavicchi, presidente del Centro e di Fondazione Pitti Discovery – Con Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi, condividiamo l’idea di un Museo della Moda diffuso in città ed è per questo che, insieme ai curatori, stavolta abbiamo scelto, grazie al Comune di Firenze, uno spazio diverso da Palazzo Pitti ma ugualmente di grande fascino, come il Complesso di Santa Maria Novella. Con i progetti della Fondazione vogliamo contribuire a fare del Museo della Moda un brand internazionale, non solo investire sulla sua sede fisica”. 

George Best relaxing in his fashion boutique.

Markus Ebner, uno dei protagonisti del legame tra moda e calcio da molti anni ha affermato che “la moda maschile sta attraversando un momento di grande commistione tra il mondo della sartoria, dello sport, dell’active e dello street wear. L’idea di un football fashion come espressione di stile personale si manifesterà sempre di più in futuro. Perché dunque non indossare la maglia della nostra squadra preferita sotto a un completo sartoriale? La mostra darà proprio luce a questo argomento”.

Francesco Bonami, curatore della mostra riflette come la mostra Fanatic Feelings vuole concentrarsi sull’immediatezza espressiva e sull’aspetto fortemente emotivo che moda e calcio condividono: “mentre la sfilata di moda comprime in pochi istanti la visione di un’intera stagione, il campo da calcio sviluppa un diverso senso del tempo, dilatandolo per tutto il campionato.”

Da segnalare inoltre che nei giorni dell’esposizione sarà aperto al pubblico di sportivi e visitatori anche il “Fanatic Bar”: avvolto da un’atmosfera stile bar sport – con gagliardetti delle squadre di calcio e fotografie di celebri campioni alle pareti – un bar tender d’eccezione, Charles Schumann, preparerà speciali cocktail con la signature inimitabile che lo ha reso un’icona di stile.

Non perdete quindi l’occasione di visitare questo progetto che vuole essere al tempo stesso colto, popolare e glamour, in momento storico in cui i rapporti che legano la moda a fenomeni del costume contemporaneo, lo sport e in particolare il calcio, si fanno sempre più stretti. Con i Mondiali in Russia (a cui noi italiani dovremo purtroppo fare solo da spettatori…) che si apriranno proprio nei giorni di Pitti Uomo, miglior occasione per riflettere sul binomio calcio-moda non poteva capitare.

 

Francesco Sani

Share.