Il diavolo del Giambologna: dove si trova, leggenda e curiosità

0


Firenze, centro storico, Palazzo Vecchietti. In questo spicchio di centro, precisamente tra via de’ Vecchietti e via Strozzi, si trova una scultura a dir poco grottesca e diabolica.

Già, diabolica. E come potrebbe essere diversamente se la scultura che si scorge in questo punto ritrae un diavoletto portabandiera? L’originale, firmato dal Giambologna, si trova oggi al museo Bardini, dopo una primo periodo passato in esposizione presso la Terrazza di Saturno in Palazzo Vecchio. La scultura è stata fatta erigere da Bernardo Vecchietti, proprietario di Palazzo Vecchietti, oggi uno splendido hotel di lusso. A cosa si deve questa decisione? Pare la statua sia una celebrazione di un episodio legato alla vita di San Pietro Martire, avvenuto nel 1245. Quest’ultimo infatti, durante un giorno passato a predicare presso il Mercato Vecchio (scomparso sul finire dell’Ottocento per fare spazio all’odierna Piazza della Repubblica) fu sopreso da un cavallo imbizzarrito, che altro non poteva essere che il diavolo, giunto sotto le vesti di un quadrupede. Tuttavia, l’azione intrapresa dal demonio non ebbe affatto un esito positivo, tant’è vero che l’animale venne prontamente immobilizzato da San Pietro Martire con un gesto sacro, il segno della croce. Dopo qualche istante il cavallo, impaurito, indietreggiò e corse via: arrivato tra via de’ Vecchietti e via Strozzi, scomparve in una nuvola di zolfo e da allora non se ne ebbe più traccia.

il diavolo del giambologna

Fu proprio in ricordo di questo episodio che è stato commissionato il diavoletto al Giambologna, il quale scelse di prestare volentieri la sua arte e il suo mestiere come simbolo di ringraziamento alla famiglia che lo aveva accolto e protetto al suo arrivo a Firenze.

L’episodio è ritratto anche nell’affresco trecentesco situato sulla facciata della Loggia del Bigallo, in piazza San Giovanni, anche’essa situata in pieno centro storico fiorentino.

Articolo a cura di Sacha Tellini

Share.

About Author

firenzeurbanlifestyle.com

⚡ Free magazine e sito web sulla vita a Firenze ⚡instagram: @ful_magazine

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00