Lezioni d’amore #2: l’invito a cena

0

Las Hermosas de Florencia ci spiegano poche fondamentali regole per invitarla a cena.

L’invito a cena è un grande classico: vediamo di non rovinarlo. Se proprio volete prenderla per la gola è bene seguire poche ma fondamentali regole.

 

regola numero uno: la scelta del ristorante

invito a cenaPotrebbe essere una buona idea informarsi sui gusti di lei, onde evitare di portare una vegana in una braceria. Potreste finire voi ad arrostire sui carboni ardenti e non in senso poetico.

 

regola numero due: la prima impressione

invito a cena

Se non sapete usare le bacchette e vi schifa il pesce crudo, evitate di esibire le suddette qualifiche al giapponese, solo perché è chic. Stessa cosa per quanto riguarda la scelta del vino: non mettete controluce il bicchiere per controllare il riflesso che emana. Se non lo sapete fare, ve lo rovescerete addosso. E non è chic.

 

regola numero tre: l’ordinazione

© Neonbrand

Durante la cena non azzardatevi MAI per nessun motivo a dire alla ragazza che avete davanti che quello che ha ordinato non è sano, non è dietetico, low carb o chissà che altro. Potrete anche avere il fisico palestrato e il six-pack da tartaruga, ma vi limiterete a continuare a mostrarlo in palestra. Gli zuccheri fanno bene al cervello, e potreste sentirvelo cortesemente ricordare…

 

regola numero quattro: lo stile

© Lily Banse

Finora può essere andato tutto abbastanza bene, ma è nel proseguo che viene il difficile. Sappiamo tutti che il sangue blu, ormai è demodé ma le buone maniere (quel certo “qualcosa” che contraddistingue da un orangotango) no. Non si tratta di spostare la sedia alla “signora” (mai chiamare una donna signora), ma almeno masticare a bocca chiusa e in tempi onesti, sì! Non è una gara a chi mangia di più o più in fretta: siamo sportive, su questo vi lasciamo vincere a tavolino.

 

regola numero cinque: il conto

© Andrea Natali

Qui le scuole di pensiero si dividono. Ma, per essere sicuri, perché non chiedere all’interessata cosa ne pensa, magari specificando che vi piacerebbe offrirle la cena perché è stata una bella serata (se lo è stata)?
Un invito è un invito. Magari, se siete fortunati, ne riceverete un altro in cambio…

 

Share.

About Author

Avatar

Pensate che il cervello delle donne sia o troppo sviluppato o troppo poco? Non sapete che pesci pigliare quando lei vi guarda con i suoi occhioni rimmel? Continuate a collezionare un fallimento dopo l'altro? La birra rimane spesso la vostra prima e ultima compagna della serata? Eccoci, siamo Las Hermosas, il collettivo tutto al femminile nato per aiutare gli ometti in difficoltà. Se il corteggiamento tende ad essere una parola dimenticata, non è una pratica sorpassata, anzi! Può essere divertente e molto molto utile…

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00