Patrizia Pepe: the rock side of the moon

0

Dal 1993 Patrizia Pepe è per la moda, quello che Mick Jagger è per il rock. No, il paragone non è azzardato.

Patrizia Pepe inaugura la sua interminabile stagione di successi a Firenze nel 1993. Nato dall’incontro tra Patrizia Bambi – Creative Director – e Claudio Orrea – CEO. Fonde il nome della sua stilista Patrizia con l’aggettivo “pepe” per indicare fin da subito lo spirito del marchio. Dinamico e per nulla convenzionale. In altre parole unico nella sua particolarità.

Gli highlights del marchio? La praticità del quotidiano mixato con il glamour delle serate di gala. Convivono insieme in una sola anima “il ricercato minimalismo delle forme e la minuziosa attenzione ai dettagli”. Parole che si allineano perfettamente all’idea di donna forte e allo stesso tempo sensuale – oltremodo rock. “L’abito è come uno sguardo di ammirazione“, afferma Patrizia Bambi, “cambia la donna. Perché le permette di acquistare sicurezza e scoprire così la sua vera forza”.

Lapo Via dei Fossi – clicca qui per prenotare il tuo appuntamento

La donna Patrizia Pepe è così contemporanea e ironica che conquista letteralmente il mercato – non solo quello italiano. Così nel 2005 viene presentata la prima collezione Uomo, seguita negli anni successivi dalla linea Bambina poi Beachwear, fino ad arrivare agli accessori nel 2014.

Il suo quartier generale è alle porte di Firenze: a Prato. A dimostrazione del forte attaccamento ai suoi luoghi di origine. “La Toscana, e Prato in particolare, per me significa casa, famiglia e naturalmente lavoro. Una regione fertile e molto brillante dal punto di vista produttivo e creativo; un luogo dove risiedono fornitori e collaboratori estremamente attenti e appassionati, che contribuiscono ogni giorno al successo della nostra azienda.”

La struttura, inaugurata nel 2000, è stata concepita come una grande casa accogliente, tra gli ulivi e i limoni. Dove non ci solo scrivanie e tavoli da lavoro ma anche una palestra e spazi condivisi. Qui trovano ascolto anche artisti famosi ed emergenti che espongono le proprie opere, parte delle quali diventano patrimonio aziendale e vengono esibite in modo permanente.

Per concretizzare quelli che potrebbero sembrare soltanto concetti, si fa presto se si mettono in ballo alcune cifre. In quelli che sono quasi trenta anni, il brand ha creato una rete di 24 show room in tutto il mondo, oltre 110 negozi monobrand e più di 1600 punti vendita multibrand.

Per tutt* quell* che hanno avuto l’impulso di comprare un capo Patrizia Pepe: Patrizia Pepe  

Share.

About Author

Avatar

Fabrianese di nascita ma fiorentina di adozione, con la passione per i viaggi, la fotografia e l’architettura. Classe 1991, Pesci, collezionatrice seriale. Laureata in Architettura, indosso mocassini e ascolto indie rock. Leggo libri e vedo film. Dal 2017 ho il mio Blog di viaggio Tornopercena.com e oltre a collaborare con FUL – Firenze Urban Lifestyle, scrivo anche per National Geographic Traveler, Artribune e Viaggio nel Mondo.