La Florence Cocktail Week parla al femminile: tutte le donne della Presidente

0
FCW

Da Paola Mencarelli al suo staff affiatato, fino alle tante bartender che comandano i banconi dei 45 cocktail bar della sesta edizione: chi sono i volti rosa della FCW 2021?

“Non è un mestiere (solo) per uomini”. Cambiando leggermente il titolo del celebre film dei fratelli Coen, sfatiamo subito uno dei più grossi luoghi comuni sul mondo del bar: la miscelazione non fa più distinzioni di alcun tipo, men che meno di sesso. Lo dimostra in primis la quantità di professioniste che guidano i più importanti cocktail bar d’Italia, d’Europa, del pianeta. Lo dimostra il successo sempre più crescente delle donne nelle più riconosciute manifestazioni internazionali, nonché le loro collaborazioni coi brand più prestigiosi (vedasi la presenza a Firenze di Monica Berg per Campari). Tanto da chiedersi, a questo punto, se nel 2021 abbia ancora senso parlare di “barman” e di “barlady”, quando forse sarebbe più opportuno usare semplicemente il termine unisex “bartender”.

Organizzatrice FCW

Si è mossa anche con questo obiettivo di sensibilizzazione e integrazione la Florence Cocktail Week, una manifestazione che parla al femminile fin dalla punta della sua piramide: Paola Mencarelli, Founder & Creative Director di FCW che negli ultimi sei anni è riuscita a costruire a Firenze un vero e proprio movimento sociale e formativo. Lo ha fatto col prezioso aiuto del suo fedelissimo staff, cresciuto anno dopo anno con professionisti e soprattutto professioniste di alto livello: dalla storica Brand Manager, Press Office & Social Media Manager Beatrice Mencattini, grande protagonista anche sulla scena romana, passando alla PR Manager, Communication Manager & Brand Strategist Bianca Grisolia, fino alla PR & Events Coordinator Valentina Lippi. Senza dimenticare la celebre Portrait Photographer Veronica Gaido e i suoi scatti unici, così come la Barman & Teacher in Hotel School Antonia Lo Casto o la speciale tesoriera Paola Cencetti.

Staff FCW

In una kermesse a tinte rose fin dalle sue organizzatrici, era dunque inevitabile non trovare altrettante bartender di spicco. Vediamole una per una, tra esperte Bar Manager e giovani novità, insieme ai loro signature pensati e realizzati proprio per la Florence Cocktail Week 2021 (20-26 settembre):

Martina Bonci – Gesto @ Beppa Fioraia

Bartender Gesto

“Chi la dura la vince”

Ingredienti
2,25 cl Beermouth Baladin
1,5 cl Beermouth Baladin infuso al Caffè
0,5 cl Amaro Baladin
3,75 cl Campari infuso ai 5 Cereali (frumento, avena, orzo, mais, riso)
1 cl Liquore Rabarbaro
0,5 cl Talisker Storm Scotch Whisky
2 Dashes Bitter aromatico
3 Dashes Bitter cioccolato
Top di Tonica al fumo Baladin

Descrizione
Questo drink è figlio di un periodo turbolento. Dopo una pandemia, nonostante la grandissima voglia di tornare a lavoro, ci siamo ritrovati a lottare con le fiamme di un incendio, che ha quasi distrutto la storica Beppa Fioraia, location estiva di Gesto. “Chi la dura la vince” è un drink che rappresenta pienamente il nostro modo di affrontare la vita. Intenso, forte e deciso. Le note amare contrastano con la dolcezza del Beermouth di Baladin rendendolo equilibrato e deciso. Al naso sentori affumicati, in linea con il messaggio che il nostro drink vuole dare: anche il fumo più grigio può svelare grandi sorprese!

Eleonora Romolini – Gunè

“Grazia, Graziella e Grazie all’amaro”

Ingredienti
2,5 cl Casoni Amaro del Ciclista
4,5 cl Espolon Tequila infusa al Peperone&Peperoncino
2 cl Sciroppo di Vaniglia Homemade
3 cl Cordiale Arancio&Pompelmo Rosa
Top di Alpex Soda
Foglie di Salvia fresca

Descrizione
“Grazia, Graziella e Grazie all’Amaro” nasce dall’incontro passionale tra la Tequila infusa al peperone crusco e peperoncino e l’audacia dell’amaro modenese. Un drink rinfrescante e intrigante, grazie all’abbraccio tra le note morbide della vaniglia e della salvia. Da bere in qualsiasi momento.

Veronica Costantino e Giulia Colantoni (con Andrey Nabokov) – Largo 9

“Aurum”

Ingredienti
5 cl Ginarte Premium Dry Gin infuso allo Zafferano
1,5 cl Sciroppo di Pino Mugo
2 cl Estratto di Pera Coscia
2 Dashes bitter al Sedano Homemade
Drops di Albumina

Descrizione
“Aurum” nasce dalla voglia di unire lo zafferano, re delle spezie antiche, a Ginarte Premium Dry Gin, che con le sue botaniche si miscela perfettamente all’“oro giallo”. L’estratto di pera coscia e il sedano donano freschezza ed esaltano il drink.

Elisa Randi e Barbara Balanesi (con Jozef Pecollaj) – Rivoire

“Il profumo di frutta”

Ingredienti
3 cl Mazzetti d’Altavilla London Dry Gin
2 cl Mazzetti d’Altavilla Bitter
2 cl Vermouth francese
Fragole e Lamponi

Descrizione
I lamponi e le fragole fresche vengono messe a macerare nel bitter per 24 ore sottovuoto. Il bitter viene poi filtrato. Il cocktail viene preparato nel mixing glass e servito in coppetta ben fredda, precedentemente spolverata con polvere di frutti rossi.

Petra Dessolini – Santa Garden Cocktail Club @ Villa Cora

“Birri…No!”

Ingredienti
3 cl Yerbito
2,5 cl Riduzione di Birra Bitter Baladin e Miele
3 cl Persichetto Essentiae Lunae
3 cl Ginarte Premium Dry Gin
Velluto di Amaretto di Saronno


Descrizione
All’apparenza una classica birra, dal sapore tutto italiano. Variazione dell’immortale Negroni con una riduzione di birra Bitter di Baladin che si accompagna all’aroma italo-uruguagio di Yerbito e che si chiude con due eccellenze italiane: Ginarte e il liquore al Persichetto di Essentiae Lunae, con un lieve velluto finale di Amaretto.

Arianna Corsetti (con Michel Granpasso Orlando e Valerio Cecchetelli) – PanicAle

“Message in a Bottle”

Ingredienti
3 cl Montenegro Amaro
6 cl Nardini Grappa Extrafina
0,75 cl Campari
Nuvola di Blend esotico PanicAle

Descrizione
Un anytime dal gusto cangiante. Un drink che puoi modificare a tuo piacimento. Una sorpresa sorso dopo sorso. La ricetta eclettica di Montenegro viene sostenuta da un piccolo contributo di Campari e i due prodotti assieme si fondono nell’eleganza della grappa Extra Fina di Nardini, regalando un bouquet piacevolmente complesso arricchito dal profumo esotico della nuvola che lo accompagna. Non siate timidi, aprite la bottiglia e iniziate il viaggio
!

Dalia Valli e Lucia Chiacchiera (con Mosè Giordani e Jose Manuel Garcia) – Rex

“Kāohi ʻana”

Ingredienti
4,5 cl Amaretto Di Saronno
1,5 cl Mazzetti D’Altavilla Grappa di Ruché 100 CRU
2 cl Succo di Lime
2 cl Sciroppo di Paprika affumicata&Albicocca Homemade
Foglie di Menta

Descrizione
Amaretto e Grappa: due grandi classici italiani si incontrano in un contesto inusuale, lavorati in modi appartenenti ad altre culture, accostati a prodotti solitamente destinati ad altro. Viaggiare liberamente è quello che a molti di noi è più mancato nel periodo appena trascorso. La connessione tra gli ingredienti scelti non vi impedirà di poterlo fare chiudendo semplicemente gli occhi. “Kāohi ʻana” in hawaiano significa non a caso “evasione”
.

Cecilia Fissi (con Edoardo Baldessari, Leonardo Burchi e Biagio Cicalese) – Strizzi Garden

“Jardin”

Ingredienti
5 cl Tequila Espolon Anejo
1,5 cl Mezcal Montelobos Espadin
3 cl Succo di Lime
1,5 cl Miele Millefiori
2 Dashes Bitter al Pepe Rosa Homemade
Top di Soda al Gelsomino Homemade


Descrizione
Abbiamo preso la nostra passione per l’agave e l’abbiamo portata dentro il nostro giardino. “Jardin” è l’incontro perfetto tra il Messico e Strizzi Garden. Ogni componente parla di noi. Punto di partenza sono il Tequila e il Mezcal, la nostra grande passione. Poi la soda al gelsomino, che rappresenta il fiore principe del nostro giardino. Il miele, per dare rilevanza a questo prezioso prodotto, e il pepe rosa, che rappresenta metaforicamente il nostro spirito giovane vivo e un po’ sopra le righe. L’apice di questo incontro tra noi e il Messico si raggiunge con la crusta di miele nero salato homemade.

Arianna Valeriani (con Nico Priori) – Angel Roofbar & Dining

“Old Tom Fashioned”

Ingredienti
3 cl Winestillery Copper Strenght London Dry Gin
3 cl Winestillery Old Tom Gin
1 cl Winestillery Tuscan Bitter
0,5 cl Winestillery Slow Gin
1,5 cl Oleo Saccharum

Descrizione
Un viaggio alla scoperta dei sapori toscani. Partendo dall’idea del più classico dei cocktail, per cucirgli addosso una veste elegante e fresca, dalle note agrumate. A questo si aggiungono una profondità e setosità che chiudono il drink in un’eleganza inaspettata, unita a una facile beva.


Sarah Webb (con Nicolò Scanferlato) – Djaria American Bar

“La Pastiera Ubriaca”

Ingredienti
5 cl Malfy Gin
3 cl Malfy Gin all’Arancia
3 cl Kefir di Latte al Limone
2 cl Sciroppo alla Vaniglia
3 cl Albume pastorizzato


Descrizione
In questo cocktail, dedicato alla famosa pastiera napoletana, ne abbiamo ricreato il gusto in forma liquida, utilizzando un Kefir di latte e limone di nostra produzione.

Share.

About Author

Sognatore dal 1990, giornalista dal 2010. Giacomo Iacobellis vive per scrivere e scrive per vivere. Ha un'esperienza pluriennale nel mondo del giornalismo: cartaceo, radiofonico, televisivo e online. Esperto di Food & Beverage, nonché di Calcio, è corrispondente italiano per testate spagnole e sudamericane.