La quarantena salverà il mondo del clubbing?

0
1 di 9

E’ l’auspicio emerso da un’intervista multipla che abbiamo riservato ad alcuni dei più famosi Djs della Toscana. Se è vero che discoteche, club ed eventi saranno gli ultimi a poter ripartire questa potrebbe essere l’occasione per fare un passo indietro. I cachet e le pretese delle guest star saranno per forza di cose ridimensionate e non potranno essere alla portata di tutti, pertanto sarà necessario ed auspicabile che si torni ad investire e dare fiducia ai tanti talenti locali. Questo potrebbe essere di fondamentale importanza per un restyling vero del concetto di club, che torni ad essere luogo di coesione sociale, una “casa” di cui sentirsi parte, da vivere con quello spirito di appartenenza unico degli anni ’90. 

L’intervista è stata l’occasione per andare più a fondo nella personalità dei djs che oltre ad una grande sensibilità hanno svelato paure  e preoccupazioni, estese anche ai meno fortunati, per questo momento storico così delicato

Gli abbiamo chiesto: come sarà la prima festa dopo la quarantena?

Una risposta unanime: 

Tutti hanno una gran voglia di rivedere il proprio pubblico ballare, divertirsi e… abbracciarsi.
Sì abbracciarsi, senza paura! 

I Djs intervistati sono:
Alex Neri, Francesco Farfa, Supernova, Fabio Neural, Philipp & Cole, Matteo Franchini e Teo Naddi

1 di 9
Share.

About Author

Marco Provinciali

Ideatore nel 2011, insieme ad Ilaria Marchi, di FUL Magazine. Oggi ne coordino la redazione online e ne gestisco i contatti oltreché occuparmi delle tematiche inerenti al panorama food, mondo nel quale mi muovo da anni con alcune pubblicazioni e ideazione di festival tematici.Da oltre 30 anni calpesto con passione improbabili campi di calcio della periferia toscana.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00